Crea la tua smart home: quali domande devi porti prima di iniziare

0
123
smart home

La domotica è ormai parte integrante delle nostre vite, un argomento concreto e noto a molte persone; ma realizzare una smart home può essere complicato. Non vogliamo parlare delle diverse possibilità di dispositivi tecnologici che puoi acquistare per formare il tuo sistema domestico. Vogliamo invece partire dal principio, cercando di rispondere a tutte quelle domande che ogni persona deve porsi prima di procedere con il “rinnovamento” della propria casa.

Quando si inizia a progettare il passaggio di una casa da tradizionale a smart si chiama in causa l’installazione di nuove tecnologie. Parliamo per esempio di assistenti vocali, di prese smart e di tutti quegli accessori che possono aiutarti a realizzare impianti completi. E a prova di comando vocale!

Che tipo di smart home vuoi?

Che tipo di sistema ti interessa maggiormente? Vuoi costruire un semplice sistema di luci intelligenti, magari scegliendo i sensori di movimento? Oppure vuoi progettare un più complesso sistema di irrigazione smart per il tuo giardino? Sapere da cosa vuoi partire è fondamentale per trovare le soluzioni più adatte a te. Molte persone iniziano con l’obiettivo di abbassare il consumo di energia attraverso l’applicazione di lampadine o prese intelligenti. Oppure ci si concentra sull’aumento del livello di sicurezza della propria abitazione, investendo in serratura smart o sistemi di video sorveglianza.

Per ogni obiettivo o desiderio è possibile trovare il giusto dispositivo tecnologico che riesca a rispettare le esigenze del consumatore. A questo punto però entra in scena la seconda domanda che dovresti porti!

Qual è il tuo budget?

La spesa da sostenere varia a seconda del tipo di impianto che decidi di acquistare, scegliendo tra un sistema completo o la costruzione di un sistema fai da te. Decidi di cominciare dall’illuminazione, e quindi dalle luci smart? Potrai optare per dispositivi economici, con costo medio di 500€, capaci di mantenere equilibrio tra l’investimento iniziale e la funzionalità. Indubbiamente fissarti un tetto di spesa massimo può essere d’aiuto in modo da agire su tutta la casa con intelligenza ed evitando spiacevoli sorprese.

Quale assistente vocale scegli per la tua smart home?

Non esiste casa tecnologica completa senza un assistente vocale compatibile con le tue necessità. Apri le porte di casa tua ai sistemi in cloud, scegliendo tra i due prodotti più famosi del settore: da un lato Alexa, dall’altro l’assistente Google.

Effettuando una piccola ricerca sul mercato ti renderai conto che entrambe le società di produzione hanno lavorato su un’ampia varietà di prodotti. I dispositivi si differenziano per design, ma anche per funzionalità poiché non offrono le stesse opportunità.

Visto che abbiamo parlato di cloud è fondamentale aprire una piccola parentesi. Quando scegli un assistente vocale da installare in casa devi assicurarti massima tutela per la tua privacy. Solo in questo modo avrai la certezza di avere totale controllo dei tuoi dati.

Scegli qualcosa che renda più facile la gestione della tua smart home

Rendere tecnologica la tua abitazione ti permette di rendere più facili le cose, o almeno questo deve essere l’intento. È vero che l’installazione di diversi dispositivi, che dovranno essere messi in comunicazione tra loro, potrà richiedere un po’ di tempo. Ma la cosa importante è riuscire a facilitare la scelta e ogni passaggio di connessione solo attraverso l’acquisto di dispositivi funzionali per la singola stanza in cui andranno applicati.

Tutto ciò ti aiuterà anche a rendere l’ambiente domotico meno traumatico non solo alla tua famiglia ma anche per gli ospiti che ti fanno visita abitualmente. Prima di procedere abituati a pianificare con attenzione ciò che desideri installare e non farti guidare dalla fretta!