Come decorare il tuo balcone in modo semplice con le perenni

0
105
balcone con fiori da vaso

L’arrivo della primavera porta con sé la voglia di rinnovare gli spazi esterni delle nostre case. Chi dispone di un giardino o di un balcone abitabile si mette alla ricerca di piante da vaso nuove per arricchire o cambiare l’aspetto di casa con un elemento di arredo unico. Di seguito ci concentreremo proprio sui terrazzi, per aiutarti a capire quali varietà floreali siano più adatte per ogni stagione. In questo modo potrai intraprendere un’attività domestica davvero rilassante che ti permetterà di costruire con le tue mani il tuo angolo green. Ideale per pranzare nelle giornate di sole, per rilassarti davanti a un bel libro o un bicchiere di vino in compagnia di familiari e amici.

Basta davvero poco per riuscire a ottenere un risultato esteticamente splendido! Scopriamo insieme le varietà floreali ideali per essere posizionate sul proprio balcone di casa, così da ricreare un perfetto angolo verde da sfruttare durante la bella stagione.

Fiori da vaso per balcone: la scelta più facile? Le piante perenni

Se hai la convinzione di non avere il pollice verde, è ideale partire dalle piante considerate più facili in assoluto: le perenni. Sono perfette perché non richiedono grandi attenzioni, inoltre sono in grado di resistere bene sia al freddo che davanti a temperature più alte. In questo modo, in qualsiasi momento dell’anno, potrai avere un balcone fiorito ed esteticamente impeccabile. Ma quali sono le piante perenni?
Pensiamo prima di tutto alle sempreverdi, come le piante aromatiche che sono ideali anche per l’uso che potrai farne in cucina. Per esempio il rosmarino, la salvia, il timo e l’alloro. Ma se cerchi varietà più particolari per un fine prettamente estetico sceglie tra le seguenti piante.

Il pino mugo

Dopo aver fatto attenzione con la messa a dimora (che è forse l’unico passaggio più delicato della sua coltivazione), la pianta non richiede grandi cure. Ha bisogno di zona a mezz’ombra, un terriccio che sia ben drenante e una concimazione leggera, anche se non è fondamentale qualora la pianta si sviluppi in modo robusto.

Il geranio

La fioritura e le sue vaste colorazioni sono il punto di forza di questa pianta facilissima da coltivare. Richiede l’esposizione alla piena luce e un ciclo di annaffiature regolari, notando il livello di secchezza della superficie del terriccio. Per accelerare la nuova fioritura è ideale eliminare le foglie secche e l’eventuale presenza di fiori che appaiono afflosciati.
Ha un ottimo profumo, che potrebbe quindi attirare farfalle e api, ma al tempo stesso tiene alla larga le zanzare, fungendo così da repellente naturale.

Erica

Pianta che fiorisce in autunno e in inverno riuscendo così a reggere perfettamente anche alle temperature più rigide. Si adatta perfettamente al clima mediterraneo e non richiede grandi cure. Basterà innaffiarla poco ma spesso, cercando di eliminare la presenza di eventuale ristagno di acqua nei sottovaso. Può essere posizionata in un luogo al fresco, e quindi negli angoli interni del balcone. Secondo la tradizione è un tipo di fiore ideale per  tenere alla larga la negatività.

La lavanda

E’ forse una delle più presenti su tutto il territorio italiano, perché la lavanda è una delle varianti più belle in assoluto, ma soprattutto perché ha un profumo riconoscibile a occhi chiusi. Ed è proprio quel profumo a creare grande fastidio alle zanzare. Si può coltivare sul balcone senza troppi problemi, contando su un fiore violaceo bello e particolare. Inoltre è possibile anche raccogliere i fiori, metterli a seccare e creare dei piccoli sacchettini per profumare anche gli ambienti interni, oppure per profumare gli armadi, un grande classico.

Altre piante “nane” da balcone

Il ginepro nano cresce in modo molto lento ed è una delle piante più longeve in assoluto. Non ha bisogno di grande spazio ed è caratterizzato da foglie aghiformi e bacche che hanno una colorazione che spazia dal blu al viola. Richiede davvero poca acqua, luce in inverno e ombra durante la stagione estiva. E visto che parliamo di tipologie floreali nane, non possiamo dimenticare l’acero nano, che per forma e colorazioni è uno dei fiori più belli in assoluto. Sopporta bene il freddo e durante la stagione estiva richiedere un po’ di cura in più, perché dovrà essere annaffiato regolarmente.