Giochi per bambini: come divertirsi insieme ai propri figli

0
89
giochi per bambini

Giochi per bambini: come divertirsi insieme ai propri figli? Il segreto di un gioco sta nella sua capacità di far diventare grandi o di far tornare bambini? Forse il vero segreto sta proprio in quel confine labile che permette ad adulti e piccoli di incontrarsi in un universo magico fatto di fatine salvate da pompieri e soldatini che si limitano a soccorrere i più bisognosi.

“Nella mia casa ho riunito giocattoli grandi e piccoli, senza i quali non potrei vivere. Il bimbo che non gioca non è un bambino, ma l’adulto che non gioca ha perso per sempre il bambino che era dentro di sé e che gli mancherà molto.”

– Pablo Neruda –

Giochi per bambini, come farli divertire crescendo

Il mondo dei giochi per bambini è popolato di unicorni, maestre, calciatori ed investigatori. Di colori, avventure, misteri da svelare e magia da assaporare…

Ma da adulti, spesso, questo mondo diventa fumoso e lontano. Con le responsabilità che incombono e i pensieri quotidiani che ci assillano tendiamo a dimenticare il magico potere terapeutico del gioco.

C’è ne siamo resi conto nel periodo di quarantena dovuto alla pandemia, chiusi in casa con i nostri bambini e con pochissime idee su come passare il tempo.

Abbiamo perso l’attitudine al gioco, quando il gioco è un’ottima fonte di energia fisica e mentale.

I bambini, in particolare modo, hanno bisogno di giocare. Per imparare, crescere, sognare. La cosa bella è che basta davvero poco per ricordarsi come si gioca. Servono solo un po’ di voglia di lasciarsi andare e un pizzico di incoscienza.

Ma quali sono i giochi per bambini preferiti dai nostri figli?

Giochi per bambini tradizionali, per crescere insieme

Forse ti stupirà sapere che i giochi più semplici e tradizionali, restano i preferiti dei nostri bambini. Quello che più li attrae in questa tipologia di gioco è la parte attiva, la possibilità di costruire o inventare qualcosa. Meglio ancora se in collaborazione con mamma e papà.

giochi per bambini tradizionali

Vi ricordate le classiche costruzioni? Beh, i Lego restano ancora in cima alla lista delle preferenze. Basta una scatola di mattoncini colorati per poter creare un mondo meraviglioso.

Anche i pennarelli per disegnare sono un classico intramontabile. Magari arricchiti da glitter o colla colorata per poter realizzare bellissimi disegni da regalare ai nonni.

Un altro gioco molto amato dai bambini è il puzzle. Ce ne sono per tutti i livelli di difficoltà ed adatti a tutte le età. Fare un bel quadro da appendere in cameretta li farà sentire molto orgogliosi.

Quando si è più grandicelli si potrà iniziare a giocare con i giochi da tavolo. Coinvolgono tutta la famiglia e, finalmente, ci si può sedere tutti quanti insieme e parlare divertendosi. Dal classico Memory fino al più complesso Monopoli, passando per Tabù, il gioco dell’oca o i nuovissimi giochi da tavolo.

Se siete a corto di idee, o magari vi trovate lontano da casa, potete intrattenere i vostri bambini con giochi semplicissimi che richiedono solamente pochi oggetti facilmente reperibili. Che ne dite di una bella partita a bowling da fare con bottiglie d’acqua e palline da tennis?

Oppure, perché no, cimentarsi nella realizzazione di un origami da fare con della carta colorata. Magari cercando le istruzioni su internet, dove potrete trovare tantissimi tutorial per tutti i livelli.

Eh si, perché la tecnologia non è sinonimo di abbandonare i figli davanti ad uno schermo ma, se ben usata, può essere un’ottima fonte di risorse.

Giochi per bambini tecnologici, per tornare un po’ bambini

Spesso noi adulti guardiamo con diffidenza i giochi tecnologici, soprattutto le diverse console tanto amate dai nostri figli. Forse, la cosa che meno ci piace, è che li vediamo incollati davanti ad uno schermo per ore e ci sembrano distanti ed apatici.

Ma non bisogna assolutamente condannare questa tipologia di giochi perché è in grado di stimolare la fantasia, i riflessi e la capacità di problem solving.

giochi per bambini tecnologici

Come far per colmare la distanza che questo tipo di giochi mette tra adulti e bambini? Basta smettere di essere ‘rigorosamente adulti’ e tornare un po’ bambini lasciandoci trascinare dalla voglia di metterci in gioco, imparare cose nuove e accettare una sfida.

Proprio così, mettetevi allo stesso livello dei vostri figli e provate a giocare con loro entrando nel loro mondo. Sarà un interessante punto di incontro e potrete trovarvi a collaborare con loro, piuttosto che a lottare contro di loro.

La magia del gioco consiste nel permettere agli adulti di tornare un po’ bambini ed ai più piccoli di crescere e diventare grandi. “Se puoi sognarlo, puoi farlo” diceva Disney e il gioco è proprio lo stato in cui è possibile trasformare i sogni in realtà.

No mi resta che augurarvi buon divertimento, indipendentemente da quale sia la tua età.