Hai un mobile in legno da verniciare? Come fare e quali errori evitare

0
18
come verniciare un mobile in legno

Il legno, un materiale così apprezzato per le sue caratteristiche così versatili e per lo stile che riesce a trasmettere all’interno di qualsiasi tipologia di abitazione. È prima di tutto resistente, affidabile e perfetto per la costruzione di oggetti, ripiani e rivestimenti da interni. Si tratta però di un materiale che può anche essere molto delicato quando si decide di verniciarlo per ridargli un po’ di prestigio e lucentezza. Hai un vecchio mobile in legno in casa e non sai come trattarlo o verniciarlo? Sei nel posto giusto: scoprirai in che modo puoi lavorare tale materiale, evitando una serie di errori che sono davvero molto comuni.

La pulizia del mobile in legno

La prima fase per riportare a nuovo il tuo mobile è la sua pulizia. Puoi affidarti a un panno che non rilasci dei fili, poiché la sua superficie dovrà essere liscia e ben pulita. In caso contrario infatti rischi di ritrovarti questi filamenti direttamente nella pittura e il lavoro finale sarà compromesso. Assicurati quindi di rimuovere non solo la polvere ma ogni piccolo detrito.

Utilizza un primer

Quando si decide di agire in autonomia e verniciare un mobile in legno è necessario utilizzare un primer. Si tratta di un prodotto usato specificamente per la tinteggiatura ddi una superficie in legno. È fondamentale applicarlo con cura su tutto il mobile, compresi gli angoli e dovrà asciugarsi bene prima di procedere con la prossima fase. A quel punto si potrà carteggiare il piano: si tratta di un lavoro importantissimo per fare in modo che la vernice riesca ad aderire al primer. Prima di procedere però è bene pulire nuovamente con un panno liscio.

Stendere la pittura con attenzione e senza fretta

Chi svolge questi lavori con troppa fretta finirà per commettere sicuramente un errore. È importante procedere con tutte le diverse operazioni rispettando i tempi necessari. La prima mano di pittura infatti può essere applicata con un rullo o un pennello da scegliere in base alle dimensioni del mobile in legno. Ovviamente non basterà applicare solo questa prima passata, ma tra la prima e la seconda mano è doveroso attendere un po’ di tempo. In media si parla di un tempo di attesa tra le 6 e le 8 ore. Se agisci prima di questo tempo rischi di rovinare quanto fatto fino a quel momento.

Al termine di questa operazione bisogna poi applicare un lucidante o una lacca, che sono fondamentali per preservare il mobile e tenerlo alla larga da eventuali graffi.

Usa gli strumenti adatti per il tuo mobile in legno

Se ti appassiona l’arte del fai da te è giusto praticarla solo con strumenti di qualità, così da garantirti sempre un lavoro ottimale. Per esempio non bisognerebbe mai lesinare sui pennelli, perché dovranno essere validi e dovranno essere sempre ben puliti prima dell’utilizzo. Considera che un pennello pulito malamente o con fretta può anche provocare delle macchie direttamente nel colore che si utilizza. E in questo modo sarà praticamente impossibile riuscire a rimuoverle.

In che modo puoi pulire i pennelli?

Dopo ogni utilizzo è bene abituarsi a ripulire i pennelli usando dei prodotti specifici come l’acqua ragia che è fondamentale per svolgere queste attività. Grazie al suo uso potrai riportare i pennelli alla loro condizione originaria e in questo modo li riutilizzerai tutte le volte che vorrai, così da effettuare nuovi lavori e opere di restyling domestico.