Facial cupping: la nuova tendenza per rendere luminosa la pelle

0
54
Facial cupping

È possibile avere una pelle rimpolpata e luminosa in modo del tutto naturale? Ebbene sì, grazie a una tecnica che è stata approvata direttamente dalla medicina cinese: la facial cupping. Non serve nulla di elaborato, ma basta affidarsi a piccole coppette in silicone da applicare sulla pelle del viso. L’obiettivo molto semplice è quello di andare a creare un effetto sottovuoto andando ad aspirare la pelle. L’azione deve essere ripetuta fino a coprire la superficie del viso, in modo da garantirsi una serie di benefici. Tra questi spiccano il rilassamento e alleviamento del dolore muscolare. E il volto ringrazia, mostrando un ottimo livello di luminosità che pensavi di aver perso da tempo

Facial cupping e tipologie di pelle

La facial cupping si affida a una serie di strumenti che sono necessari per fare in modo che l’attività renda efficace il procedimento. Ovviamente però è bene valutare il tipo di pelle da trattare prima di procedere. Se per esempio ha una pelle molto secca e che si irrita facilmente allora è bene scegliere oli naturali, che però potrebbero ostruire i pori. Chi invece ha una cute mista, grassa e molto sensibile dovrà preferire un siero, optando per vitamina C. È ideale per favorire la luminosità e in questo modo potrà agire ancora più profondamente.

Chiaramente le coppette che devono essere acquistate non dovranno essere quelle che si usano per il corpo, poiché hanno una forma e una grandezza molto più ridotta.

Una tecnica di tutti, ma non per tutti

Come abbiamo detto questa è una tecnica naturale che può essere provata da qualsiasi donna, ma ci sono delle precise situazioni in cui è meglio evitare. Le pelli che sono molto sensibili sono da proteggere, poiché potrebbero registrare dei segni rossi che sono difficili da mandare via. In alcuni casi si possono verificare invece delle irritazioni o forzi rossori pur non avendo pelli sensibili, ma a causa di ciò che è stato mangiato poco prima. È sconsigliato infatti assumere caffeina, alcool e prodotti salati prima di effettuare il trattamento. I cibi salati in particolare potrebbero ostruire la circolazione del sangue sul volto.

Le ragazze che soffrono di acne aggressiva devono evitarla, così come nel caso di persone che utilizzano prodotti al retinolo o che si sottopongono a programmi di peeling chimico. Infine vi è un altro preciso momento nella vita di una donna in cui è sconsigliato il facial cupping: la gravidanza. Durante la gestazione infatti la pelle tende a essere esposta al rischio di lesioni o ustioni provocate proprio dall’uso delle coppette.

Quali sono i vantaggi attribuiti al facial cupping

Ora che sappiamo quando si può fare e quando è sconsigliata è doveroso cercare di riconoscere quali sono i suoi vantaggi ampiamente riconosciuti. La facial cupping è una tecnica ideale per:

  • Agire direttamente sulla circolazione del sangue fino a migliorarla: in questo modo non solo la pelle apparirà più bella e sana, ma si noterà una netta riduzione delle rughe sottili;
  • Può rimodellare il contorno del volto: si tratta di un dettaglio da prendere con le pinze, poiché per arrivare a questo punto bisogna effettuare il trattamento con costanza, cercando di ridefinire zigomi e mascella.

È fondamentale ricordare che le coppette devono essere usate in modo delicato per ricreare l’effetto sottovuoto e quando sono rimosse sarà fondamentale detergere e idratare con cura il viso.